ART. 34 DEPOSITO DELLE SOMME RISCOSSE (1)

I. Le somme riscosse a qualunque titolo dal curatore sono depositate entro il termine massimo di dieci giorni dalla corresponsione sul conto corrente intestato alla procedura fallimentare aperto presso un ufficio postale o presso una banca scelti dal curatore(2).
II. La mancata costituzione del deposito nel termine prescritto è valutata dal tribunale ai fini della revoca del curatore.
III. (abrogato il terzo comma)(3)
IV. Il prelievo delle somme è eseguito su copia conforme del mandato di pagamento del giudice delegato e, nel periodo di Intestazione "Fondo unico Giustizia" del conto corrente, su disposizione di Equitalia Giustizia S.p.A.(4).
________________
(1) Articolo così sostituito dal d.lgs. 5/2006.
(2) Comma modificato dalla legge 27 dicembre 2017, n. 205 ha disposto (con l'art. 1, comma 472, lettere a) e b)) la soppressione delle seguenti parole “Su proposta del curatore il comitato dei creditori può autorizzare che le somme riscosse vengano in tutto o in parte investite con strumenti diversi dal deposito in conto corrente, purché sia garantita l'integrità del capitale”.
(3) Comma abrogato dall’art. 3 del D.Lgs. 12 settembre 2007 n. 169. La modifica si applica ai procedimenti per dichiarazione di fallimento pendenti alla data del 1 gennaio 2008, nonché alle procedure concorsuali e di concordato aperte successivamente.
(4) La legge 27 dicembre 2017, n. 205 ha aggiunto (con l'art. 1, comma 472, lettere a) e b)) le seguenti parole: "e, nel periodo di intestazione "Fondo unico giustizia" del conto corrente, su disposizione di Equitalia Giustizia S.p.A."